logo-nch-udine Neurochirurgia

 

Home page

Adenomi Cisti aracnoidee Cisti colloidi Colesteatomi Condromi Cordomi Craniofaringiomi Emangioblastomi Gangliocitomi Germinomi Gliomi Linfomi Medulloblastomi Meningiomi Metastasi Neurinomi Neurocitoma Papillomi Pinealomi Tumore glomico Tumori dermoidi

 

Malattie e disordini neurochirurgici

 

Tumori intracranici

Tumori dermoidi

 

 

 

 

 

Le cisti dermoidi originano da elementi ectodermici (normali cellule dello sviluppo) che rimangono inclusi nell'encefalo per un errore dello sviluppo embrionale.
I teratomi derivano da cellule germinali indifferenziate, capaci di differenziarsi in strutture appartenenti ai tre foglietti embrionari. Questi ultimi sono l'ectoderma, il mesoderma e l'endoderma e danno origine a tutti i vari tessuti dell'organismo.
Le cisti dermodi si localizzano di solito nella fossa cranica posteriore, nel verme del cervelletto o all'interno del quarto ventricolo. Invece i teratomi, che contengono spesso calcificazioni e cisti, si localizzano soprattutto nella regione pineale e soprasellare.
I teratomi possono andare incontro a degenerazione maligna. 

Sono lesioni rare, che rappresentano unitamente alle cisti epidermoidi circa l'1,5% dei tumori intracranici.
L'incidenza dei tumori dermoidi è maggiore nei bambini al di sotto dei dieci anni di età
I teratomi sono i più comuni tumori encefalici dei neonati. La maggioranza dei teratomi si presenta nei bambini al di sotto dei nove anni, ma il 20% compare tra i 16:18 anni, quasi tutti comunque prima dei 36 anni.
I teratomi rappresentano il 18-20% di tutti tumori delle cellule germinali. 

La sintomatologia dipende dalla localizzazione. I tumori a sede in fossa cranica posteriore causano segni di ipertensione endocranica da idrocefalo, con cefalea, nausea e vomito. I tumori soprasellari spesso producono disfunzioni endocrine e disturbi visivi. I tumori della regione pineale si manifestano con disturbi visivi, disturbi endocrini (tipica è la pubertà precoce), deficit cerebellari con atassia, tremore e dismetria, nonché segni e sintomi di ipertensione endocranica per la compressione della parte posteriore del terzo ventricolo. 

Tramite le indagini neuroradiologiche, Tomografia Computerizzata e Risonanza Magnetica.

La chirurgia è il trattamento standard per i tumori e può essere curativa. La terapia radiante può seguire la chirurgia e può essere usata per i tumori non operabili o solo parzialmente rimorsi. Per i bambini al di sotto dei tre anni di età, la chemioterapia deve essere usata per ritardare l'inizio della radioterapia.
È spesso necessario perpetuare una derivazione dell'idrocefalo. 

I tumori dermoidi quando asportati completamente hanno una guarigioni definitiva, nelle asportazioni parziali recidivano dopo tempo variabile.
I casi di degenerazione maligna dei teratomi necessitano di radioterapia, ma hanno una prognosi sfavorevole, con breve sopravvivenza. 

 

 Avvertenze   Info

 

Copyright © 2000-20010 new MAGAZINE