logo-nch-udine Neurochirurgia

 

Home page

Adenomi Cisti aracnoidee Cisti colloidi Colesteatomi Condromi Cordomi Craniofaringiomi Emangioblastomi Gangliocitomi Germinomi Gliomi Linfomi Medulloblastomi Meningiomi Metastasi Neurinomi Neurocitoma Papillomi Pinealomi Tumore glomico Tumori dermoidi

 

Malattie e disordini neurochirurgici

 

Tumori intracranici

Emangioblastomi

 

 

 

 

 

Sono tumori che originano dai vasi sanguigni e sono spesso cistici. Possono essere singoli o multipli.
La sede pi comune il cervelletto. Crescono lentamente e non diffondono. 

Rappresentano il 2% di tutti i tumori primitivi encefalici.
Nel 20% dei casi fanno parte della malattia di von Hippel-Lindau, una condizione ereditaria che predispone a questi tumori e alle neoplasie renali.
pi frequente tra i 35-45 anni, sono molto rari nei bambini. 

Questi tumori di solito causano aumento della pressione intracranica e disfunzione cerebellare. I sintomi includono cefalea, nausea, vomito, disturbi dell'andatura e problemi di equilibrio. 

Tramite Tomografia Computerizzata e Risonanza Magnetica. L'angiografia effettuata prima dell'intervento chirurgico conferma la diagnosi e fornisce informazioni sull'irrorazione sanguigna. Le nuove tecnologie di angio-Risonanza Magnetica possono fornire informazioni assai utili. 

La chirurgia il trattamento standard. Rimozioni incomplete o tumori attaccati al tronco encefalico possono essere trattati con radioterapia. 

Gli emangioblastomi sono lesioni potenzialmente curabili, bench sia causa di morte nell'82% dei pazienti con sindrome di von Hippel-Lindau. Circa in un quarto dei casi c' ricorrenza dopo la resezione chirurgica. Il decesso per malattia disseminata eccezionalmente raro. 

 

 Avvertenze   Info

 

Copyright 2000-20010 new MAGAZINE